Tasmania. La Tasmania è pronta a sfruttare la sua reputazione per la produzione di alimenti di qualità con la creazione del primo impianto di produzione di carne di cane dello Stato.
L’azienda internazionale Elwood’s Organic Dog Meat ha annunciato oggi il progetto di un’azienda agricola di 17 ettari nei pressi di Campbell Town.
Il proprietario dell’azienda, Kane Major, si è detto entusiasta dell’opportunità di espansione.
Siamo a conduzione familiare da oltre due generazioni, e questa è la dedizione che mettiamo nell’allevamento di cani“, ha dichiarato. “Siamo molto fiduciosi che i vantaggi offerti dalla Tasmania, che generano così tanti prodotti pregiati, possano generare la migliore carne di cane allevata in modo sostenibile“.
La proprietà, un ex allevamento di pecore, ha già un proprio macello autorizzato. Attualmente si sta lavorando per apportare alcune modifiche ai recinti, ai box e alla linea di macellazione per accogliere animali leggermente più piccoli e occasionalmente più aggressivi.
Le dimensioni non sono tutto nel commercio di carne di cane“, ha detto Major. “Dobbiamo rispondere alla crescente sofisticazione del mercato. In alcune parti del mondo, ad esempio, preferiscono arrostire i cani interi, per cui abbiamo allevato dachshund senza pelo appositamente per l’esportazione viva in quel segmento di mercato”.
“La preferenza degli americani è per le bistecche a pezzi, quindi prevediamo di iniziare con una mandria di circa 5.000 labrador. Lavoreremo questi cani all’età di circa 18 mesi per produrre bistecche tenere esclusivamente per un importante importatore statunitense che attende con ansia il nostro prodotto”.

Elwood’s metterà inoltre a disposizione una gamma limitata di prodotti premium da vendere in Tasmania.
“Ci piace, insomma, condividere l’amore, quindi avremo le nostre bistecche di lab, il bacon di carlino, il kelpie affumicato all’hickory e altri prodotti di piccola taglia di produzione propria, e persino un versatile “what-dog-is-that Mixed Mutt MinceTM””, ha detto con fiducia. “Siamo certi che ai tasmaniani piacerà raggomitolarsi sul divano con una ciotola calda di cane in inverno”.
Il prodotto di macelleria MMM, ha sottolineato Major, sarà prodotto con cani locali non più desiderati dai loro padroni.
Piuttosto che l’incertezza di consegnare il vostro cane a un rifugio, potete portarlo da noi e noi lo ricicleremo per produrre cibo sostenibile, una parte del quale sarà inscatolata e donata alle banche alimentari“.
L’imprenditore si è premurato di assicurare che, a differenza di altri allevamenti che hanno dato una cattiva reputazione al settore, i cuccioli di Elwood non ricevono mai antibiotici e sono nutriti solo con mangimi biologici e privi di soia.
Hanno accesso a pascoli verdi durante i mesi estivi e in inverno sono tenuti al riparo in capannoni con pavimenti in cemento a una densità di due animali per metro quadrato, in piena conformità con le migliori pratiche del settore“, ha spiegato Major.
Major ha dichiarato che l’impiego nell’industria della carne di cane è molto sicuro, grazie alla pratica standard di rimuovere tutti i denti dei cani alla nascita. Chi fosse interessato a fare domanda di assunzione può cercare ulteriori informazioni sul sito web di Elwood’s Organic Dog Meat.

AVVERTENZA:
Se avete seguito il link al sito web della Elwood’s Organic Dog Meat, avrete capito di cosa si tratta. Si tratta di satira, volta a mettere in luce il modo in cui gli altri animali – pecore, bovini, maiali, polli e così via – vengono trattati dalle industrie che li sfruttano. E sul linguaggio desensibilizzato che viene usato per le loro operazioni.
In poche parole, tutte queste industrie sono crudeli. Le industrie che sfruttano sistematicamente la vita e la morte di esseri senzienti solo a scopo di lucro non hanno interesse al loro benessere.

Fonte: Tasmanian Times

Abbiamo scientemente riportato un articolo di un magazine online tasmano che è una sorta di esperimento sociale perché ci è parso rispondere – con un punto di vista diverso – a tutti quei commenti che ci chiedono di combattere il ‘consumo’ di altri animali, così come combattiamo in Cina le uccisioni barbare di cani per fini alimentari. Rispondiamo sempre che Action Project Animal è nata con una mission precisa che il nostro stesso logo esplicita a prima vista, ma questo non significa che tolleriamo il maltrattamento e le uccisioni degli altri esseri senzienti di cui parliamo abbondantemente tutto il resto dell’anno. Ogni associazione ha il suo focus, la sua mission precisa che va tenuta d’occhio e perseguita senza deviazioni per non perdere concentrazione degli sforzi umani e finanziari, questi ultimi purtroppo limitati. Quindi torniamo alla nostra mission!

È questo il momento di essere attivi e determinati e scendere in prima linea per la loro difesa. Se anche tu vuoi essere parte attiva e determinante della nostra prossima missione a Yulin, puoi sostenerci: cliccando il bottone ‘SOSTIENICI’ troverai tutte le modalità per inviare il tuo sostegno agli Angeli di Yulin. Ogni piccolo aiuto adesso è fondamentale. Grazie dagli Angeli di Yulin.

La nuova area per gli Angeli di Yulin: i lavori proseguono celermente.

SOSTIENICI
per poter terminare i lavori di sistemazione della nuova area in tempo per la missione di salvataggio a Yulin

e poter dotare l'ambulatorio veterinario delle attrezzature necessarie.

GRAZIE!